Ipnotecnica chirurgica: Analisi di un caso italiano 2013

 

Viene descritto un caso di asportazione di tumore in anestesia esclusivamente ipnotica, che è stato realizzato all’Università di Padova nel 2012 e rilanciato dai media italiani il 22 agosto 2013.

Viene analizzata punto per punto soprattutto la parte psicotecnica dell’intervento: l’induzione, le suggestioni, la realizzazione in sala operatoria. Questo ci permette di approfondire, con qualche dettaglio anche specialistico, un buon esempio concreto di protocollo per l’impiego della ipnotecnica in chirurgia.

Nella conclusione viene messo in evidenza, alla luce dei resoconti mediatici su questo intervento, anche qualche aspetto più generale della immagine dell’ipnosi presso la opinione pubblica internazionale e presso i ricercatori e i professionisti italiani.

 

 

Come appendice documentaria a questo caso, di asportazione chirurgica con l’impiego dell’ipnosi come unica procedura anestetica, rivedo e commento la versione integrale di quattro esempi di servizi televisivi sull’operazione che sono stati trasmessi il 22 agosto 2013 in Italia.

Tra l’altro: vi si può notare il curioso pregiudizio mediatico per cui, almeno nel nostro Paese, si descrive l’ipnosi in chirurgia come se si trattasse di una straordinaria novità; mentre invece la si esercita da secoli (in modo massiccio almeno dai tempi di Esdale) e almeno da decenni come prassi abituale in prestigiose sedi europee, come è ad esempio il caso della Università di Liegi e di Marie-Elisabeth Faymonville in particolare.

 

 

About Ipnotecnica Psicotecnica

Lo Studio di Psicotecnica è animato da psicologi che sanno aiutarti con le più avanzate tecniche psicologiche. Il coordinatore del gruppo è il prof Felice Perussia. I siti di riferimento dello Studio di Psicotecnica sono psicotecnica.com e ipnotecnica.it. Operiamo in molti contesti, ma soprattutto a Milano

View all posts by Ipnotecnica Psicotecnica →